“La rivoluzione ecologica nel trasporto ferroviario” – Expo Ferroviaria 2021

La Sardegna è interessante perché è un’isola e questo, in qualche misura, può fare sì che diventi un “laboratorio” nel quale sperimentare le...

Il Governo si impegni a varare misure urgenti per salvare le imprese sarde che rischiano di chiudere a causa della pandemia

«Il Governo si impegni a varare misure urgenti per salvare le imprese sarde che rischiano di chiudere a causa della pandemia. Il COVID ha accentuato...

Primo maggio

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro, recita la nostra Costituzione. Il lavoro è alla base della vita dell’uomo, è un diritto...

Il settore automobilistico italiano rischia di perdere la corsa verso le motorizzazioni elettriche

Mentre il Governo si limita a parlare di transizione green, il settore automobilistico italiano rischia di perdere la corsa verso la riconversione...

Sardegna cancellata dalla mappa della ripresa

Sardegna cancellata dalla mappa della ripresa: dall’insularità, alle infrastrutture, il Pnrr ignora i ritardi che bloccano da sempre lo sviluppo dell’Isola».

Primo maggio

Primo maggio

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro, recita la nostra Costituzione. Il lavoro è alla base della vita dell’uomo, è un diritto...

Comments Box SVG iconsUsed for the like, share, comment, and reaction icons
da Andrea Vallascas | 02/12/2021 | Facebook

Libertà per Assange ... Leggi tuttoSee Less

da Andrea Vallascas | 01/12/2021 | Facebook

Dichiarazione di voto fiducia al decreto capienze ... Leggi tuttoSee Less

Nei giorni scorsi ho presentato uninterrogazione sullaccordo Eni e Bonifiche Ferraresi sulluso e la coltivazione di nuove sementi per la bioraffineria

Qui il mio comunicato stampa

Vallascas , Eni e Bonifiche Ferraresi usino ex aree industriali Interrogazione alla Camera su intesa per bioraffirazione E necessario vigilare attorno alla sperimentazione di Eni e Bonifiche Ferraresi sullo sviluppo di nuove sementi per biocarburanti per evitare che possano essere sottratti terreni fertili allagricoltura. Lo afferma il Andrea Vallascas (Alternativa) in uninterrogazione depositata alla Camera in merito al recente accordo tra Eni e la societa agricola Bonifiche Ferraresi per la sperimentazione di nuove sementi per la produzione di biocarburanti da destinare alle bioraffinerie del gruppo petrolifero. Attivita per la quale, si legge nel documento ispettivo, viene proposto il ricorso alle aree industriali dismesse da Eni. Recentemente - spiega il parlamentare - Eni e Intesa Sanpaolo sono entrati nel capitale sociale di BF. Loperazione prevede anche la costituzione di una joint-venture tra Eni e Bonifiche Ferraresi per lo sviluppo di progetti di ricerca e sperimentazione agricola di sementi per biocarburanti destinati alle bioraffinerie del colosso petrolifero, sperimentazione che sara fatta nella sede della societa agricola Bonifiche Ferraresi in Sardegna. Questa operazione targata Eni suscita molte perplessita e molta preoccupazione. Potrebbe rappresentare una minaccia per le produzioni agricole, nel caso dovessero essere sottratti terreni fertili allagricoltura. In questo contesto e opportuno, non solo vigilare per scongiurare una simile evenienza, ma anche verificare la possibilita di utilizzare, per queste attivita di sperimentazione, le aree industriali dismesse da Eni. #interrogazione #terreniagricoli #industria
da Andrea Vallascas | 30/11/2021 | Facebook

Nei giorni scorsi ho presentato un'interrogazione sull'accordo Eni e Bonifiche Ferraresi sull'uso e la coltivazione di nuove sementi per la bioraffineria

Qui il mio comunicato stampa

Vallascas , Eni e Bonifiche Ferraresi usino ex aree industriali Interrogazione alla Camera su intesa per bioraffirazione 'E' necessario vigilare attorno alla sperimentazione di Eni e Bonifiche Ferraresi sullo sviluppo di nuove sementi per biocarburanti per evitare che possano essere sottratti terreni fertili all'agricoltura'. Lo afferma il Andrea Vallascas (Alternativa) in un'interrogazione depositata alla Camera in merito al recente accordo tra Eni e la societa' agricola Bonifiche Ferraresi per la sperimentazione di nuove sementi per la produzione di biocarburanti da destinare alle bioraffinerie del gruppo petrolifero. Attivita' per la quale, si legge nel documento ispettivo, viene proposto il ricorso alle aree industriali dismesse da Eni. 'Recentemente - spiega il parlamentare - Eni e Intesa Sanpaolo sono entrati nel capitale sociale di BF. L'operazione prevede anche la costituzione di una joint-venture tra Eni e Bonifiche Ferraresi per lo sviluppo di progetti di ricerca e sperimentazione agricola di sementi per biocarburanti destinati alle bioraffinerie del colosso petrolifero, sperimentazione che sara' fatta nella sede della societa' agricola Bonifiche Ferraresi in Sardegna. Questa operazione targata Eni suscita molte perplessita' e molta preoccupazione. Potrebbe rappresentare una minaccia per le produzioni agricole, nel caso dovessero essere sottratti terreni fertili all'agricoltura. In questo contesto e' opportuno, non solo vigilare per scongiurare una simile evenienza, ma anche verificare la possibilita' di utilizzare, per queste attivita' di sperimentazione, le aree industriali dismesse da Eni'. #interrogazione #terreniagricoli #industria
... Leggi tuttoSee Less

da Andrea Vallascas | 29/11/2021 | Facebook

La virologa Maria Rita Gismondo, docente e voce autorevolissima, ribadisce oggi su La Verità come si stia facendo un eccessivo allarmismo sulla attuale emergenza legata al virus. Giusto combatterlo con misure concrete ed efficaci, ma senza dare adito a speculazioni di sorta cavalcando le paure della gente.

Il concetto è semplice. Tutti sanno che col freddo aumentano i contagi ed era scontato che dunque vedessimo salire i numeri. Ma questo stato delle cose non può certo bastare per ricorrere ancora una volta allo stato di emergenza, il quale, ormai è evidente, fa gola solo ai politici.

Alimentare paure e tensioni per gestire il controllo della popolazione è un sistema che conosciamo molto bene e serve solo a conservare autorità e potere. Fa evidentemente comodo a questa maggioranza impossibile, tenere tutti in uno stato di perenne tensione emotiva e psicologica! Non è la prima volta che vengono prorogate tornate elettorali e non vorremmo che la cosa si ripetesse. Ma vi pare normale?

Tra l’altro, come ribadisce la Gismondo, invece di creare il panico individuando i no vax come colpevoli di tutto, perché non ci si concentra sulle cure? Perché non viene data importanza ai vaccini quanto alle terapie che permetterebbero in ogni caso di gestire i sintomi della malattia?

Ci hanno fatto credere che coi i vaccini avremmo risolto tutto e nessuno nega che siano utili, ma ora ci troviamo comunque davanti all’obbligo di una terza dose, il tutto mentre le case farmaceutiche continuano a fare profitto. Ora vorrebbero imporre i vaccini anche ai bambini quando è invece nostro dovere valutare il fatto che non ci siano dati sufficienti per spingere ad una scelta così radicale. E lo conferma la stessa Pfizer nel briefing document di 82 pagine inviato alla Fda americana. Basterebbe inoltre leggere i documenti del direttore l’Istituto nazionale per le malattie infettive dello Spallanzani, professor Francesco Vaia, per frenare questa deriva .

L’ennesima ipocrisia, poi, è chiamare Super Green Pass uno strumento che di fatto si chiama “obbligo di vaccino”. Ma non hanno ancora il coraggio di dirlo. Stiamo vivendo una situazione drammatica che a causa della pandemia, con l’emergenza sanitaria e quella economica, ha già messo a dura prova la resistenza degli italiani, ma che oggi si fa ancora più seria a causa di una emergenza più strisciante ma non meno insidiosa, ovvero, quella democratica. Questa nuova emergenza porta la firma di un governo tecnico ormai sempre più autoritario e irrispettoso del parlamento e delle istituzioni democratiche. Serve un’opposizione sana e costruttiva che non faccia sconti ad un sistema che si autoalimenta da se, in barba persino al dettato costituzionale. Noi di certo non ci sottrarremo.
... Leggi tuttoSee Less

Carica Altri Post