XI Conferenza Nazionale per l’Efficienza Energetica

XI CONFERENZA NAZIONALE SULL’EFFICIENZA ENERGETICA

  • Un breve estratto del discorso presentato il 3 dicembre nel corso della XI CONFERENZA NAZIONALE SULL’EFFICIENZA ENERGETICA organizzato da “amici della terra”

  • La riqualificazione energetica in edilizia e la rigenerazione del patrimonio immobiliare esistente rappresentano una frontiera dalle grandi potenzialità sotto il profilo energetico, ambientale ed economico;
  • Se per oltre cinquant’anni, l’edilizia ha tratto impulso dalla necessità di individuare soluzioni all’emergenza abitativa, oggi, emergenze e bisogni sono profondamente cambiati;
  • Sono mutati i nostri stili di vita, è aumentata considerevolmente la nostra sensibilità sui temi ambientali, abbiamo nuove conoscenze tecniche e nuovi strumenti finanziari;
  • Adesso, siamo pronti per parlare non più solo di “Diritto alla casa”, ma di “Diritto a una casa sicura, confortevole e sostenibile”;
  • Dopo la ricostruzione post-bellica e il boom economico che ne è seguito, si apre davanti a noi la nuova stagione della rigenerazione del costruito;
  • Una fase che propone sfide profondamente diverse, ma ugualmente complesse che coinvolgono nuovi e diversi ambiti;
  • Oggi, abbiamo la necessità di riqualificare un ampio patrimonio immobiliare in buona parte vetusto, per migliorare qualità e comfort delle nostre abitazioni e per dare risposte a nuove priorità come la povertà energetica, la riduzione dei consumi, il risparmio delle risorse, l’abbattimento delle emissioni di gas serra e la sicurezza sismica;
  • Ricordo che già nel 2013, la Commissione europea aveva evidenziato che il 40 per cento circa del consumo energetico finale (e il 35 per cento delle emissioni di gas serra) fosse imputabile a case, uffici, negozi e, in generale, agli edifici;

[…]

  • Questi per sommi capi sono gli aspetti peculiari della proposta che, nel dettaglio, contiene alcune importanti novità come:
    • la definizione dei prodotti da costruzione e degli aggregati riciclati;
    • vengono curati gli aspetti della demolizione selettiva, la previsione di un audit pre-demolizione, la predisposizione di un piano di gestione dei rifiuti e il riuso dei materiali;
    • vengono introdotti anche nuovi strumenti di diagnosi e certificazione;
    • vengono inoltre introdotti dei criteri per monitorare la legge, con la possibilità di modificare alcuni parametri, dopo due e dopo cinque anni;
  • Questa proposta riporta la programmazione al centro di attività importanti come quelle connesse alle politiche energetiche e al settore delle costruzioni;  
  • La riqualificazione degli edifici è un tema complesso che ha molteplici implicazioni, normative, tecniche, economiche e sociali;
  • Sono consapevole che questa complessità non si possa risolvere in una proposta di legge, anche se credo che alcuni elementi presenti nel testo siano un buon punto di partenza su cui avviare una profonda riflessione ampia e partecipata;   
  • La riqualificazione energetica degli edifici ha un ruolo di grande importanza nella fase di transizione;
  • Per decarbonizzare dobbiamo lavorare con l’impegno di tutti per ripensare, non solo l’idea di casa, ma soprattutto i modi dell’abitare, i nostri stili di vita e le nostre abitudini quotidiane;
  • Si tratta di una vera e propria rivoluzione culturale che ha un triplice obiettivo:
    • Il raggiungimento degli obiettivi del PNIEC;
    • Il miglioramento della qualità degli edifici, con minori consumi e più sicurezza;
    • il supporto al settore dell’edilizia, che rappresenta uno dei due motori della nostra economia.
READ  Siamo arrivati in Europa ripartiamo da qui
XI Conferenza Nazionale per l’Efficienza Energetica
XI Conferenza Nazionale per l’Efficienza Energetica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.