Poste Italiane: «Tagli insostenibili nell’isola, intervenga il ministero»

da | 25/07/2015 | Atti parlamentari, Interrogazioni, Senza categoria | 0 commenti

Cagliari, 23 luglio 2015 –  «Tagli assurdi che rischiano di accentuare fenomeni come l’isolamento e lo spopolamento di diverse comunità, oltre a creare una molteplicità di disservizi in contesti privi di un adeguato sistema viario».
E’ quanto afferma il deputato del Movimento 5 Stelle, Andrea Vallascas, in un’interrogazione al Ministro delle Attività Produttive in merito al piano di ridimensionamento di Poste Italiane, che nell’isola dovrebbe interessare 16 comuni, e in particolare modo all’impegno assunto da Poste Italiane di rimodulare gli interventi sul territorio in base alle esigenze locali.
«Un lavoro – spiega Vallascas – che avrebbe portato, secondo quanto è stato affermato da Poste Italiane, a rivalutare la situazione di un centinaio di siti in tutta Italia, rispetto alla pianificazione iniziale».
«Per la Sardegna – prosegue – il piano prevede tagli senza alcun apparente criterio visto che  porterebbero alla cancellazione di uffici essenziali come Pirri e Cortoghiana, una frazione di circa tremila abitanti che verrebbe privata dell’unico sportello postale. Stesso discorso per la riduzione di orari e giorni di servizio previsti per altri 14 comuni della Sardegna già in sofferenza per la chiusura di altri servizi pubblici e per l’assenza di un’adeguata rete viaria. Da non sottovalutare che tra gli utenti di Poste italiane si registra un’alta percentuale di anziani».
«E’ evidente – conclude Vallascas – che il piano sia frutto di valutazioni numeriche, non contestualizzate ai casi particolari, ai limiti e alle criticità dei singoli territori. E’ per questo motivo che al Ministro dello Sviluppo Economico abbiamo chiesto di attivarsi per rivedere la situazione dei uffici postali della Sardegna, considerato soprattutto che il piano di ridimensionamento nell’isola avrebbe costi sociali ed economici insostenibili».
Poste Italiane

Poste Italiane

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Auto elettrica, accordo Iveco Basf per riciclo batterie ioni di litio

Iveco ha lavorato con il gruppo chimico tedesco BASF per il riciclo di batterie agli ioni di litio dei suoi veicoli elettrici (BEV). Lo riferisce Reuters, aggiungendo che l’accordo rientra nella strategia green dell’azienda che mira ad aumentare la durata delle batterie e ridurre il loro impatto ambientale complessivo. In quest’ottica BASF ha recentemente inaugurato…

Terna, al via sperimentazione uso di drone sottomarino per l’ispezione dei fondali marini (2)

“La collaborazione con Terradepth ha permesso di testare tecnologie innovative, come i droni marini, complementari e integrabili con quelle tradizionalmente impiegate per lo studio dei fondali. Terna, infatti, investe importanti risorse nei rilievi marini, attività strategiche per l’efficace progettazione di collegamenti elettrici sottomarini tecnologicamente all’avanguardia”, ha dichiarato il Direttore Grandi Progetti e Sviluppo Internazionale di…

Terna, al via sperimentazione uso di drone sottomarino per l’ispezione dei fondali marini (2)

“La collaborazione con Terradepth ha permesso di testare tecnologie innovative, come i droni marini, complementari e integrabili con quelle tradizionalmente impiegate per lo studio dei fondali. Terna, infatti, investe importanti risorse nei rilievi marini, attività strategiche per l’efficace progettazione di collegamenti elettrici sottomarini tecnologicamente all’avanguardia”, ha dichiarato il Direttore Grandi Progetti e Sviluppo Internazionale di…

Gas, Unc: inserire la Placet nel Portale Offerte

“Visto che le offerte del mercato libero del gas più convenienti della Placet e della vulnerabilità si contano sulle dita di una mano, a Roma e Milano sono 3 offerte su quasi 500, rispettivamente lo 0,66% e lo 0,63%, è fondamentale che il consumatore, prima di passare al mercato libero, inserisca nel Portale Offerte il…

Ue: La Commissione europea nomina Claudia Fusco nuovo direttore per la direzione generale dell’Ambiente

Oggi la Commissione europea ha nominato Claudia Fusco direttrice “Affari generali, conoscenza e risorse” presso la direzione generale dell’Ambiente (DG ENV). Il ruolo della DG ENV è proteggere, preservare e migliorare l’ambiente per le generazioni presenti e future e promuovere un’economia sostenibile ed efficiente sotto il profilo delle risorse abbracciando la circolarità all’interno e oltre…

Archivi