Interrogazione sulla Legge 10 del 9 gennaio 1991

da | 14/01/2014 | Atti parlamentari, Interrogazioni | 0 commenti

Al Ministro dello sviluppo economico.

Per sapere – premesso che:
l’attuale quadro normativo inerente il piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell’energia e di risparmio energetico è rappresentato da due fonti normative principali; la prima costituita dalla legge n. 10 del 9 gennaio 1991 recante «norme per l’attuazione del piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell’energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia» e la seconda dal decreto legislativo n. 387 del 29 dicembre 2003 in attuazione alla direttiva 2001/77/CE, relativa alla promozione dell’energia elettrica prodotta da fonti energetiche rinnovabili nel mercato interno dell’elettricità, a sua volta superata dall’articolo 26 della direttiva 2009/28/CE recepita dal decreto legislativo n. 28 del 2011 trattante la stessa materia;
non è contemplata l’esplicita abrogazione da parte delle norme successive di specifiche statuizioni previste nelle norme antecedenti e in particolare:
a) dell’articolo 20 della suddetta legge n. 10 del 1991 riguardante la relazione annuale che l’ex Ministero dell’industria (attuale Ministero dello sviluppo economico) dovrebbe presentare annualmente al parlamento sui risultati ottenuti e sui programmi predisposti dall’ENEA a tal fine finanziata, con accordi di programma triennale, dall’articolo 3 della stessa legge;
b) dell’articolo 16 del decreto legislativo n. 387 del 2003 istitutivo dell’«Osservatorio Nazionale delle fonti rinnovabili e l’efficienza negli usi finali di energia», i cui membri sono nominati per la durata di cinque anni, con decreto del Ministro delle attività produttive e del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e degli Affari regionali, sentita la Conferenza unificata, da emanarsi entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore del suddetto decreto legislativo, e per il quale fu prevista la spesa nel limite massimo di 750.000 euro all’anno;
c) dell’articolo 3, comma 3, del decreto legislativo 387 del 2003 istitutivo dell’obbligo di relazione biennale che il Ministro delle attività produttive e del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, sentiti gli altri Ministri interessati e la Conferenza Unificata, sulla base dei dati forniti dal gestore della rete e dei lavori dell’Osservatorio di cui all’articolo 16 indicato alla lettera b) della presente premessa, trasmette al parlamento e alla Conferenza unificata;
delle relazioni annuali di cui alla lettera a) di codesta premessa non vi è traccia se non per l’anno 2004;
dell’osservatorio di cui alla lettera «b) di codesta premessa non vi è alcuna notizia;
delle relazioni di cui alla lettera c) di codesta premessa non vi è traccia –:
se intenda illustrare con chiarezza il quadro normativo vigente in materia;
se intenda chiarire se le funzioni previste dalle statuizioni di cui alle lettere a) e b) della premessa siano coincidenti oppure non sovrapponibili;
se intenda chiarire se le funzioni in questione siano ancora espletate ed operative, da chi e sotto il controllo di quale organo istituzionale;
se intenda chiarire come siano state spese e se siano state spese le somme previste dagli articoli indicati dalle lettere a) e b) in premessa;
se intenda chiarire se le relazioni previste di cui alle lettere a) e c) della premessa debbano intendersi come la stessa relazione ovvero due relazioni distinte. (5-01748)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli Correlati

la rete unica a banda larga è strategica per la sicurezza nazionale

la rete unica a banda larga è strategica per la sicurezza nazionale

"La rete a banda ultra larga è un'infrastruttura strategica per la sicurezza nazionale: il suo controllo deve essere italiano. Oggi, con l'offerta del fondo americano Kkr per l'acquisizione di TIM, emerge con forza la necessità di realizzare un progetto di rete unica...

Dichiarazione di voto Green Pass

Dichiarazione di voto Green Pass

https://www.youtube.com/watch?v=KLuz4fCQaSQ Colleghi e colleghe siamo chiamati a convertire in legge il decreto-legge 21 settembre 2021, n. 127, che annuncia con un titolo retorico e fuorviante misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro...

Dichiarazione di voto Green Pass

Consumo di suolo

Per il ciclo di dirette su Politica, Società e Sostenibilità.In questa puntata parleremo di: Consumo di suoloInterverranno: Andrea Vallascas - Deputato Edoardo Bit - Architetto Letizia Trento - Consulente aziendale...

Archivi