felice 2015

da | 31/12/2014 | Senza categoria | 0 commenti

Si chiude un anno, difficile, di crisi economica e sociale senza precedenti, la finzione che tutto vada per il “verso giusto” non è per noi, perché nulla è cambiato se non in senso regressivo. Sarà che questo Paese lo “viviamo” ancora in ogni suo angolo.. Sui giovani soprattutto, il peso di questa congiuntura, meno lavoro, meno diritti. Sulle loro famiglie il carico, loro malgrado, di fungere da ammortizzatori sociali. Le avversità non cambiano la forza dei nostri progetti, ma li rendono più ambiziosi e urgenti da realizzare per il bene del nostro Paese. Auguro a tutti un 2015 di speranza autentica, costruita non sull’illusione, ma sul realismo, sulla voglia di cambiare questo Paese, renderlo migliore, perché equità sociale, opportunità, benessere, lavoro, non siano parole inflazionate nell’eterno spot renziano, ma un diritto riconosciuto a ogni cittadino italiano.

Felice 2015 a tutti voi.

Andrea Vallascas

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Polo Logistica Fs: Varata la nuova nave green di Bluferries

Un significativo passo avanti nel campo della tecnologia marittima sostenibile: Bluferries, società del Polo Logistica del Gruppo FS attiva nel trasporto marittimo sullo Stretto di Messina, C.T.E. Perdikaris Engineering, Architectural & Technical Services Ltd. e RINA, multinazionale specializzata in ispezioni, certificazioni e consulenze ingegneristiche, hanno varato oggi ad Atene Sikania II, una nave passeggeri Ro-Ro…

Sostenibilità, presenza Cina in Sudamerica aumenta. La rassegna internazionale (2)

“Ciò piace soprattutto alla sinistra dell’America Latina, che da tempo si lamenta di quello che considera l’imperialismo degli Stati Uniti nella regione (anche se dagli anni Ottanta la politica degli Stati Uniti si è concentrata soprattutto sul sostegno alla democrazia). (…) “L’America Latina apprezza il fatto che la Cina non abbia una politica estera predicatoria”,…

Accordo Italia-Francia sul nucleare? Eolico sardo nella tempesta. I trasporti dello Stretto. Che c’è sui giornali?

Accordo Italia-Francia sul nucleare? Eolico sardo nella tempesta. I trasporti dello Stretto. La rassegna stampa Energia Italia e Francia possono trovare terreno comune sul nucleare. Un eventuale accordo potrebbe far scendere il prezzo dell’energia italiana, che già oggi acquistiamo in parte dai reattori transalpini. “L’energia ci costa troppo perché non abbiamo il nucleare, indispensabile nella…

Goletta dei Laghi, Legambiente: Importanti criticità sul Garda, vanno gestite e sanate

Primi bilanci per i laghi lombardi monitorati da Goletta dei Laghi di Legambiente. Si parte con il Lago di Garda: i primi monitoraggi effettuati da Legambiente sul bacino lacustre, sponde veneta e lombarda, mostrano varie criticità e in alcuni punti un peggioramento rispetto ai risultati delle analisi microbiologiche effettuate nel 2023. Sui complessivi 12 punti…

Archivi