Bricocenter Marconi -interrogazione Vallascas

da | 25/02/2020 | Senza categoria | 0 commenti

Chiusura Bricocenter Marconi, Vallascas (M5s): «L’azienda si rifiuta di ricollocare i dipendenti licenziati in altri punti vendita della Sardegna: siamo di fronte a una palese violazione della dignità dei lavoratori»

Cagliari, 31 gennaio 2020. «Nonostante in Sardegna siano presenti altre strutture commerciali della stessa catena di distribuzione, l’azienda si rifiuta di ricollocare nell’isola i dipendenti licenziati a seguito della chiusura del punto vendita di Cagliari-Pirri. Un comportamento arbitrario e lesivo della dignità dei lavoratori, aggravato dal fatto che, come alternativa al licenziamento, ai lavoratori sarebbe stato offerto il trasferimento in altre regioni».

È quanto afferma il deputato del Movimento 5 stelle, Andrea Vallascas, che ha presentato un’interrogazione al Ministro del lavoro sulla vicenda dei 19 dipendenti del Bricocenter Marconi di Cagliari-Pirri, che saranno licenziati a partire dal primo marzo perché l’azienda ha deciso di chiudere il punto vendita presente da ventisei anni all’interno della Città-Mercato.

«Una situazione assurda – spiega Vallascas –. L’azienda invece di ricollocare i dipendenti nei numerosi punti vendita presenti nell’isola, preferisce dichiarare l’esubero e avviare le procedure di licenziamento».

«Una decisione immotivata – prosegue – anche perché in Sardegna sono presenti altri negozi della stessa catena di distribuzione a cui si aggiungono numerose realtà commerciali collegate. Bricocenter, ad esempio, è una controllata di Leroy Merlin, società che controlla anche Bricoman»

«Si tratta – aggiunge Vallascas – di aziende che operano nello stesso settore e che fanno parte del Gruppo Adeo, presente in Sardegna con diverse società della grande distribuzione: circostanza che consentirebbe un più agevole ricollocamento nell’isola dei dipendenti del Bricocenter Marconi».

«Per tutte queste ragioni – conclude – vorremmo vederci chiaro in questa vicenda. In particolare, vorremmo che il Ministero verificasse il rispetto delle norme sulla tutela del lavoro e della dignità dei lavoratori. Tra le notizie trapelate, infatti, sembra che ai dipendenti siano stati offerti, quale alternativa, un incentivo ridicolo o il trasferimento in un punto vendita lontano dalla Sardegna. Tutte circostanze che, se accertate, indebolirebbero la posizione negoziale del lavoratore che, in questo modo, verrebbe privato della libertà di scelta e costretto ad accettare la soluzione più vantaggiosa per il datore di lavoro».

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli Correlati

Auto elettrica, accordo Iveco Basf per riciclo batterie ioni di litio

Iveco ha lavorato con il gruppo chimico tedesco BASF per il riciclo di batterie agli ioni di litio dei suoi veicoli elettrici (BEV). Lo riferisce Reuters, aggiungendo che l’accordo rientra nella strategia green dell’azienda che mira ad aumentare la durata delle batterie e ridurre il loro impatto ambientale complessivo. In quest’ottica BASF ha recentemente inaugurato…

Terna, al via sperimentazione uso di drone sottomarino per l’ispezione dei fondali marini (2)

“La collaborazione con Terradepth ha permesso di testare tecnologie innovative, come i droni marini, complementari e integrabili con quelle tradizionalmente impiegate per lo studio dei fondali. Terna, infatti, investe importanti risorse nei rilievi marini, attività strategiche per l’efficace progettazione di collegamenti elettrici sottomarini tecnologicamente all’avanguardia”, ha dichiarato il Direttore Grandi Progetti e Sviluppo Internazionale di…

Terna, al via sperimentazione uso di drone sottomarino per l’ispezione dei fondali marini (2)

“La collaborazione con Terradepth ha permesso di testare tecnologie innovative, come i droni marini, complementari e integrabili con quelle tradizionalmente impiegate per lo studio dei fondali. Terna, infatti, investe importanti risorse nei rilievi marini, attività strategiche per l’efficace progettazione di collegamenti elettrici sottomarini tecnologicamente all’avanguardia”, ha dichiarato il Direttore Grandi Progetti e Sviluppo Internazionale di…

Gas, Unc: inserire la Placet nel Portale Offerte

“Visto che le offerte del mercato libero del gas più convenienti della Placet e della vulnerabilità si contano sulle dita di una mano, a Roma e Milano sono 3 offerte su quasi 500, rispettivamente lo 0,66% e lo 0,63%, è fondamentale che il consumatore, prima di passare al mercato libero, inserisca nel Portale Offerte il…

Ue: La Commissione europea nomina Claudia Fusco nuovo direttore per la direzione generale dell’Ambiente

Oggi la Commissione europea ha nominato Claudia Fusco direttrice “Affari generali, conoscenza e risorse” presso la direzione generale dell’Ambiente (DG ENV). Il ruolo della DG ENV è proteggere, preservare e migliorare l’ambiente per le generazioni presenti e future e promuovere un’economia sostenibile ed efficiente sotto il profilo delle risorse abbracciando la circolarità all’interno e oltre…

Archivi