Ultime notizie
  • Andrea Vallascas

  • Senorbì a 5 Stelle

  • Carloforte a 5 Stelle

  • Villacidro a 5 Stelle

  • Ilbono a 5 Stelle

Risposta interrogazione tonno rosso.

Tonno rosso

GABINETTO DEL MINISTRO UFFICIO LEGISLATIVO OGGETTO: Interrogazione a risposta scritta n. 4-02946 dell’On. VALLASCAS. Con riferimento all’interrogazione parlamentare in oggetto, ritengo necessario premettere che il quadro normativo cui soggiace lo svolgimento della campagna di pesca del tonno rosso è definito, in via del tutto esclusiva, dalle superiori disposizioni internazionali (raccomandazioni ICCAT) ed unionali (regolamenti e direttive UE). In tale contesto ... Continua a leggere »

Le riforme della massoneria e il pericolo di un “ventennio” del partito unico

Chi vince prende tutto, questa è la riforma dell’asse Verdini-Renzi-Berlusconi. Grazie alla riforma della massoneria dopo il ventennio berlusconiano rischia di aprirsi quello renziano. L’Italicum, il DDL del Rio, la riforma per il superamento del bicameralismo perfetto (art 72 della Costituzione), sono i primi aborti del nuovo Governo: un misto tra desiderio di autoritarismo e farsa. Autoritarismo perché un Senato ... Continua a leggere »

Energia, Vallascas (M5S): Servono osservatori efficienti, stop agli sprechi

ROMA, 4 aprile 2014 – Il deputato del M5S in Commissione Attività produttive, Andrea Vallascas, aveva chiesto già nel dicembre scorso, tramite un’interrogazione al ministero dello Sviluppo, chiarimenti in relazione alla sussistenza di due importanti strumenti di monitoraggio dei risultati (finanziati con il denaro pubblico), nel campo delle fonti rinnovabili e dell’uso razionale dell’energia dal nostro Paese. La risposta del ... Continua a leggere »

Comunicato stampa – nomine di vertice nelle società controllate dallo Stato

ROMA, 21 marzo 2014 – “Ci stiamo avvicinando a una tornata mastodontica di nomine di vertice nelle società controllate direttamente o indirettamente dallo Stato. Si tratta di circa 350 posti da occupare nei colossi più importanti ancora in mano pubblica: Eni, Enel, Terna, Poste Italiane, Gse o Finmeccanica, solo per citarne alcuni. E purtroppo temiamo l’assalto alla diligenza da parte ... Continua a leggere »

Perché siamo sempre più poveri. Il cancro della deflazione indotta dall’Euro. (La situazione spiegata facile). Parte 4/4

  [precede 3] Il secondo fronte fu quello creditizio attraverso la privatizzazione del sistema bancario e la cancellazione della legge bancaria del 1936 che teneva distinte banche d’affari e banche commerciali con l’adozione del Testo Unico Bancario del 1993. La terza con l’adozione del trattato di Maastricht nel 1992 e la statuizione del passaggio dal mercato comune alla creazione di ... Continua a leggere »

Perché siamo sempre più poveri. Il cancro della deflazione indotta dall’Euro. (La situazione spiegata facile). Parte 3/4

[precede 2] Vediamo perché. In un paese normale, il parlamento e il governo possono decidere quanto denaro spendere, che tipo di tassazione applicare, quanta moneta stampare e quindi, in funzione dei tassi di interesse applicati e del quantitativo si moneta stampata anche che valore dare alla stessa moneta. Così si fa oggi in Gran Bretagna, in Giappone e negli USA. ... Continua a leggere »

Perché siamo sempre più poveri. Il cancro della deflazione indotta dall’Euro. (La situazione spiegata facile). Parte 2/4

[precede 1] Ci dice che quando sale l’inflazione, la disoccupazione diminuisce, cioè crescono i posti di lavoro. Si potrebbe anche dire che se crescono i posti di lavoro l’inflazione sale e che dunque se i posti di lavoro diminuiscono la disoccupazione cresce! Se vogliamo capire perché l’economia Italiana appaia ormai destinata a un dapprima lento e poi sempre più veloce ... Continua a leggere »

Perché siamo sempre più poveri. Il cancro della deflazione indotta dall’Euro. (La situazione spiegata facile). Parte 1/4

Per raccontarvi questa storia comincerei da un fatto. Del resto sono i fatti che legati uno all’altro creano la storia. Nel 1976 in Italia succede una cosa interessante. La quota salari del paese raggiunge il suo punto di massima toccando il 51% (Fig. 1). Da lì in poi scenderà fino all’attuale 42%. L’Italia macina record su record, il tasso di ... Continua a leggere »

La fiducia a Renzi

Il Senato della Repubblica conta 315 Senatori e 5 senatori a vita. La maggioranza semplice si ottiene con 161 voti. Renzi viene sistemato sullo scranno di Palazzo Chigi con 169 voti. Il Ministero della salute dovrà distribuire massicce dosi di vaccini antinfluenzali per scongiurare possibili defezioni. Basterebbe un’epidemia di raffreddore per mandare gambe all’aria tutto il Governo sognante dell’uomo delle ... Continua a leggere »

L’onestà tornerà di moda

Mi è stato chiesto qualche giorno fa, in tono polemico, quale sia la linea politica del Movimento 5 Stelle, quale il programma? Come spesso capita molti cittadini ancora vegetano, intellettivamente, assopiti da quasi mezzo secolo di indottrinamento fintamente “democratico”. Il martellamento sistematico operato scientificamente dai giornali e dalle televisioni, ha come unico obiettivo educare a pensare tutti nello stesso modo, ... Continua a leggere »